Venti anni

  • Regia: Giovanna Gagliardo
  • Paese: Italia
  • Anno: 2011
  • Soggetto: Giovanna Gagliardo, Carlo Macchitella, Alessandra Acciai
  • Sceneggiatura: Giovanna Gagliardo, Enrico Medioli
  • Fotografia: Roberta Allegrini, Massimiliano Maggi
  • Musiche: Gianluca Podio
  • Montaggio: Annalisa Forgione
  • Una produzione: Madeleine; in collaborazione con Rai Cinema
  • Ufficio stampa: Vera Usai, Lucrezia Viti
  • Distribuzione: B.I.M. Distribuzione
  • Uscita in sala: 15 giugno 2012

REGIA DI GIOVANNA GAGLIARDO

 

80 min. - colore

 

SINOSSI
 

Berlino: 9 novembre 1989.
Le immagini di repertorio illustrano l’evento storico di quella notte inimmaginabile: la folla che preme per varcare i cancelli, i poliziotti ammutoliti, le facce allegre e commosse della gente che festeggia. Tra quei volti di giovani e meno giovani che brindano e ballano, il fotogramma si ferma sul sorriso di un ragazzo italiano, Giulio, e di una ragazza berlinese, Marta, che insieme ad alcuni amici passano per la prima volta nella loro vita dall’altra parte del muro. All’epoca, Marta e Giulio sono appena ventenni.
Li ritroviamo quarantenni a Roma dove vivono oggi svolgendo lavori precari e di scarse prospettive. Tuttavia non sono privi di quel certo “ottimismo della volontà” che consente loro di tenere gli occhi aperti sul futuro e di vederne soprattutto i sintomi positivi. Ci raccontano le loro vite parallele, le loro esperienze, le loro fatiche e i loro successi: nel mondo della finanza lui, in quello dell’editoria lei. Ci raccontano soprattutto come, da quella notte di grandi speranze, siano scaturite le energie che hanno mosso le loro vite verso un destino comune, che li ha portati “insieme” ad incrociare un altro appuntamento con la Storia: il 16 settembre del 2008, giorno del crac della Banca americana Lehman Brothers.
Venti anni appunto, i loro e i nostri.
Venti anni dove gli eventi storici che li hanno segnati (la riunificazione tedesca, la caduta delle Torri Gemelle, le crisi finanziarie mondiali, ecc.) si intrecciano inevitabilmente con le loro testimonianze private, consentendoci – anche grazie alle immagini di repertorio – di ricostruire un affresco del nostro recente passato.

 

CAST


Enrico Ianniello Giulio
Lea Karen Gramsdorff Marta
Edie Samland Madre Marta
George Meyer Padre Marta
Giuseppe De Rosa Padre Giulio
Veronica Raucci Donatella
Michelangelo Pistoletto
Guido Rossi
Marianne Birthler
Jean-Paul Fitoussi
Joaquin Navarro-Vals
Ernesto Galli Della Loggia


NOTE DI REGIA


L’aspetto più stimolante dell’impresa era proprio quello di provare a tenere insieme diversi strumenti narrativi e dar loro la forma del racconto. 
Lo schema in teoria era abbastanza chiaro. Si trattava di partire da due lunghe interviste con i protagonisti assecondandole visivamente come in un vero e proprio documentario. In un secondo tempo, si valutavano i momenti più emotivi dei loro racconti per svilupparli in ricostruzioni filmate o in ricordi visualizzati per sintesi.
Poi, il repertorio, le interviste, le musiche evocate dalle loro parole, imponevano continui aggiustamenti e cambiamenti di rotta.
Però l’idea di fondo teneva: partire cioè dalla storia privata di due persone che a buon diritto potevano dire: “Quella notte io c’ero”, per ricostruire la Storia di questi ultimi, turbolenti Venti Anni e farli commentare – in una specie di simposium finale – dalle autorevoli parole di artisti, economisti o testimoni eccezionali.
In pratica, raccontare una storia, insieme ai retroscena e al contesto nel quale questa storia si era sviluppata.
Non era facile, ma la scommessa era promettente e posso dire di averci provato con sincera passione. Di sicuro è stata una bella esperienza che mi ha insegnato molte cose. Una su tutte: non fidarsi mai delle cosiddette “scalette” e lasciare che le cose non previste si prendano lo spazio che meritano.



Giovanna Gagliardo