Biennale dei Ragazzi

Nasce la BIENNALE DEI RAGAZZI


Un programma di formazione e d’incontro tra giovani
e grandi maestri, per promuovere durante l’anno,
eventi legati al panorama editoriale, cinematografico e teatrale, rivolti alle scuole, ai ragazzi e alle famiglie.


Tre i grandi eventi culturali che racchiude al suo interno:
“La Tribù dei Lettori”, “Alice nella Città” e il “Teatro per ragazzi”

 

Martedì 27 maggio. È stata presentata questa mattina nella sala ospiti dell’Auditorium Parco della Musica di Roma la Biennale dei ragazzi, un progetto ideato e promosso dall’Associazione Culturale PlayTownRoma grazie Regione Lazio, Roma Capitale e Camera di Commercio di Roma.

 


La Biennale dei ragazzi è un progetto collettivo a più voci della durata di 365 giorni l’anno con l’obiettivo di promuovere a Roma le proposte più innovative e significative del panorama cinematografico, editoriale e teatrale per bambini, ragazzi, scuole e famiglie. La Biennale si pone l’obiettivo di valorizzare e riqualificare l’offerta socio-culturale della città di Roma e dell’intera Regione Lazio.
 

Questo grande contenitore racchiude al suo interno tre macro eventi culturali – ognuno dei quali è formato a sua volta da un programma autonomo e ben delineato - appartenenti rispettivamente a tre ambiti differenti: La Tribù dei lettori, festival di lettura per ragazzi per l’ambito della letteratura e dell’editoria, Alice nella Città per il cinema e il Teatro per ragazzi per l’ambito teatrale.
 

Tre linee di ricerca connesse tra loro dove far coesistere, non le singole personalità, ma le forze migliori per dar vita a programmi ed attività speciali nelle scuole, utili alla realizzazione di un grande appuntamento che, ogni due anni, raccoglierà il lavoro accumulato durante il percorso nelle scuole con i ragazzi.
 

La Biennale dei ragazzi è ideata e promossa dall’Associazione Culturale PlayTownRoma, fondata da Gianluca Giannelli e Fabia Bettini, da sempre attenta alle politiche in materia d’infanzia, di condizione sociale e culturale dei bambini, alle dinamiche di relazione tra mondo della scuola, della famiglia e della collettività e alle tematiche inerenti la didattica, la crescita e l’intrattenimento culturale, utili a generare nei bambini esperienza, conoscenza, apprendimento, oltre che a sviluppare negli adulti la giusta sensibilità verso i temi dedicati alla promozione della lettura, dell’audiovisivo e del teatro tra le giovani generazioni.

 
“I festival ed i grandi eventi – per loro natura - si accendono per pochi giorni dopo un intero anno di lavoro preparatorio; noi immaginiamo di rovesciare questa logica, puntando a trasformare l’evento, in un’esperienza di formazione e di laboratorio attivo e permanente durante tutto l’anno. I giorni festivalieri saranno la conclusione ed il rilancio del percorso, che mette al centro la scuola e le associazioni che queste esperienze le trasmettono, le mostrano, le recuperano e le promuovono, partendo proprio da chi i libri, il teatro ed il cinema lo fa, lo scrive e lo interpreta.” - Gianluca Giannelli, Associazione culturale Playtown Roma.